Europa Conference League: l’AS Roma batte il record del Feyenoord Rotterdam – Mourinho

Mourinho-Rekord e Zaniolo

José Mourinho ha il AS Rom ha portato al primo trionfo in Coppa dei Campioni in 51 anni ed è diventato il primo allenatore a vincere i titoli nelle tre attuali competizioni europee per club di calcio. Nel primo finale della nuova creazione Lega Conferenza La Roma ha tremato per 1-0 (1-0) contro il Tirana mercoledì sera Feyenoord Rotterdam. Nicolò Zaniolo Davanti a 21.690 spettatori, il suo gol al 32′ ha deciso la finale che si è fatta esaltante solo nella ripresa.

L’allenatore delle stelle Mourinho ha mantenuto il suo record finale impeccabile. Dopo aver trionfato con l’FC Porto in Coppa UEFA 2003 e Champions League 2004, con l’Inter in classe regina nel 2010 e con il Manchester United in Europa League nel 2017, ha vinto la sua quinta finale di Coppa dei Campioni. Il portoghese aveva già versato qualche lacrima dopo essere entrato in finale. La nostalgia della Roma per un altro titolo europeo dura dal 1961, quando trionfò nella dimenticata Coppa delle Fiere.

Spinti da migliaia di tifosi, i romanisti hanno tirato fuori di più dal gioco di Tirana nel primo tempo. Con la tattica tipica di Mourinho, il sesto in Serie A ha fatto affidamento sul controllo da una difesa sicura. Poiché il Feyenoord ha fatto poco in attacco, il primo tempo è stato tranquillo per molto tempo. Solo l’uscita anticipata per l’infortunato ex-Dortmunder Henrik Mkhitaryan con i romani agitò gli animi. Con la prima azione offensiva riuscita, la Roma passa poi in vantaggio. Gernot Trauner di Rotterdam ha sottovalutato il passaggio alto di Gianluca Mancini, l’in agguato Zaniolo ha spinto deliberatamente.

READ
Rolfes del Bayer Leverkusen sul trasferimento di Weiser al Werder Brema

Dessers domina: capocannonieri dell’Europa Conference League 2021/22

1 Cyriel Dolci | Feyenoord | 10 gol in 13 partite

&copia immagini imago

Stand: 25 maggio 2022

2 Tammy Abramo | AS Roma | 9 strappato in 13 Spielen

&copia immagini imago

3 Yira Sor I Slavia Prag I 6 Tore in 6 Spielen

&copia immagini imago

3 Luis Sinisterra | Feyenoord | 6 gol in 11 partite

&copia immagini imago

3 Ola Solbakken | Bodø / Barlume | 6 gol in 11 partite

&copia immagini imago

6 Arturo Cabral | FC Basilea* | 5 Strappi in 6 Spielen

&copia immagini imago

*ora all’AC Firenze

6 Gaëtan Laborde | Stadio Rennes | 5 gol in 7 partite

&copia immagini imago

6 Nicolò Zaniolo | AS Rom | 5 Tore in 10 Spielen

&copia immagini imago

6 Amahl Pellegrino | Bodø / Barlume | 5 gol in 11 partite

&copia immagini imago

Il Feyenoord è uscito dallo spogliatoio come trasformato. Prima un tentativo difensivo di Mancini su corner dell’Olanda atterrato sul proprio palo, poi il portiere della Roma Rui Patricio ha parato il tiro successivo di Guus Til (47′). Tre minuti dopo, il portiere devia un tiro potente di Tyrell Malacia appena sopra la traversa. La squadra di Mourinho è sopravvissuta a questa fase solo con fatica e fortuna, e raramente i romani sono riusciti a dare sollievo. Ma il Feyenoord non sfrutta le sue occasioni per pareggiare e finisce a mani vuote.

La notte prima della finale, a Tirana sono scoppiati disordini tra la polizia e gruppi di tifosi di entrambe le squadre. Come la…

Source link