Ford rischia il divieto di vendita in Germania dopo la sentenza del tribunale dei brevetti

Per violazione di brevetto
Secondo una sentenza del tribunale: Ford è minacciata di divieto di vendita in Germania

Ford minaccia il divieto di vendita

Nuove auto davanti allo stabilimento Ford di Colonia: la casa automobilistica è minacciata di divieto di vendita dopo una decisione del tribunale

© Oliver Berg / Picture Alliance

Dopo una sentenza del tribunale, Ford è minacciata di un divieto di vendita in Germania. L’accusa: la casa automobilistica dovrebbe installare la tecnologia dei telefoni cellulari nei suoi veicoli senza licenza. Il verdetto riflette un problema nell’intero settore.

Grande successo per Guado: Giovedì il tribunale distrettuale di Monaco ha emesso un divieto di vendita contro la casa automobilistica tedesca, come riportato da diversi media in riferimento al tribunale. La ragione di ciò è che il gruppo è accusato di violazioni di brevetti, che il tribunale considera provate. Sono interessati alcuni modelli Ford che sono dotati di tecnologia di telefonia mobile senza – secondo l’accusa – averla validamente omologata.

L’attore era l’amministratore del brevetto IP Bridge. Il giudizio non è ancora definitivo, ma può essere escusso a fronte di un deposito cauzionale che dovrà essere costituito dall’attore. Secondo “Wirtschaftswoche”, questo ammonta a 227 milioni di euro. Ford può impugnare il verdetto o raggiungere un accordo con l’attore, ad esempio consentendo alla casa automobilistica di ottenere una licenza da un pool di brevetti. Secondo i rapporti, il verdetto vede anche un richiamo da veicoli dei commercianti e la loro distruzione.

Industria automobilistica in un ingorgo: Ford non è l’unica azienda coinvolta

Ford non è l’unica azienda colpita nel settore automobilistico, i cui veicoli sono diventati sempre più connessi. Tuttavia, l’installazione dei chip segue anche i requisiti di legge: dal 2018 ogni nuova vettura deve essere dotata del sistema automatico di chiamata di emergenza E-Call, che utilizza le comunicazioni mobili e il posizionamento satellitare. Nel recente passato, VW e Daimler sono state anche confrontate in tribunale con accuse di uso illegale della tecnologia da parte dei titolari di brevetti sulla tecnologia dei telefoni cellulari. Potrebbero seguire altri casi. Nel caso di Ford, secondo “Heise”, l’attenzione si concentra sulla funzione “Ford Pass Connect” nei veicoli in rete LTE.

La sentenza è la prima dopo la riforma della legge sui brevetti dell’anno scorso, da cui l’industria si affida di fatto alla tutela da decisioni come quella ora in Monaco di Baviera aveva sperato: ovvero che un singolo componente potesse paralizzare l’intera produzione nazionale di un produttore. All’epoca, l’Associazione tedesca dell’industria automobilistica (VDA) scriveva di richieste di licenza eccessive e di abuso del diritto dei brevetti, in particolare da parte di aziende del settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, da parte di “troll dei brevetti”.

“Spetterà ora ai tribunali competenti attuarlo immediatamente nella giurisprudenza che deve essere adeguata di conseguenza”, ha annunciato la VDA in quel momento. Il verdetto di Monaco dovrebbe essere visto come una grave battuta d’arresto.

Ford non ha ancora commentato la decisione.

Fonti: “settimana di lavoro”, “Heise”, VDA, ADAC, Bmj

Nella gallery: Le auto sportive più cool degli anni Ottanta

ros

Source link

READ
Ricordiamo: il gelato Häagen-Dazs potrebbe causare il cancro