Può colpire obiettivi in ​​tutto il mondo: Mosca vuole costruire 50 missili Sarmat

Può colpire obiettivi in ​​tutto il mondo
Mosca vuole costruire 50 missili Sarmat

Alla fine di aprile, la Russia ha riportato il primo test di successo del suo missile balistico intercontinentale Sarmat. Con una portata di migliaia di chilometri, può attaccare qualsiasi bersaglio sulla Terra. Mosca vuole avere 50 di questi missili nel suo arsenale entro l’autunno.

La Russia intende mettere in servizio circa 50 nuovi missili balistici intercontinentali di tipo Sarmat entro la fine dell’autunno. I razzi (nome in codice NATO: SS-X-30 Satan 2) saranno fabbricati a Krasnoyarsk, in Siberia, come ha annunciato in serata all’agenzia Interfax il capo dell’agenzia spaziale Roskosmos, Dmitry Rogozin. Alla fine di aprile, la Russia ha effettuato un lancio di prova dell’ICBM presso lo spazioporto di Plessetzk, nel nord della Russia.

Il Sarmat ha una portata di 18.000 chilometri e può essere equipaggiato con testate nucleari. Ciò consente alla Russia di attaccare sia il Polo Nord che quello Sud e di raggiungere obiettivi in ​​tutto il mondo. Le prime unità saranno di stanza nel distretto siberiano di Greater Krasnoyarsk.

Sullo sfondo della guerra contro l’Ucraina, il presidente Vladimir Putin ha utilizzato il lancio di un razzo ad aprile per minacciare l’Occidente. L’arma può superare ogni forma di difesa antimissilistica e “fa pensare due volte chi, nel fervore di una retorica indurita e aggressiva, cerca di minacciare il nostro Paese”, ha affermato. Per molto tempo non ci sarà nulla al mondo che possa essere paragonato al razzo. Inoltre, nel loro sviluppo sono stati utilizzati solo componenti di produzione russa, ha aggiunto il capo del Cremlino.

Il missile Sarmat è una di una serie di armi presentate da Putin nel 2018. A quel tempo, presentò anche missili ipersonici del tipo Kinzhal e Avangard. Secondo fonti russe, i missili Kinzhal furono usati per la prima volta nella guerra in Ucraina.

Source link

READ
Il più grande pesce d'acqua dolce del mondo scoperto nel Mekong