Guerra in Ucraina: Merz critica il governo federale – Kiev è stata presa da tempo “se tutti si comportassero così”

  1. Pagina iniziale
  2. Politica

Creato:

Von: Richard Strobl

Il presidente della Cdu Friedrich Merz si è nuovamente rivolto al governo del semaforo. Ha denunciato le lente spedizioni di armi. Le reazioni della Germania alla guerra in Ucraina nel telegiornale.

Aggiornamento dal 22 maggio alle 23:00: L’esperto di politica estera della Cdu Roderich Kiesewetter ha criticato in modo massiccio il corso intrapreso dal governo federale nella consegna di armi pesanti all’Ucraina, attaccata dalla Russia. Ha accusato il cancelliere Olaf Scholz di esitazione e di aver giocato per tempo domenica sera nel talk show dell’ARD “Anne Will”. “L’industria tedesca ha già chiarito il 28 febbraio che potrebbe aggiornare molto rapidamente circa 100 Leopard e circa 100 Martens. Nessun ordine fino ad oggi.

Alla domanda sul motivo per cui il Cancelliere non stesse facendo questo, Kiesewetter ha detto: “Penso che stia giocando per tempo.” Il politico della CDU ha aggiunto: “Più durerà questa guerra e non consegneremo, più sarà difficile per l’Ucraina. Le parole dopo l’armistizio, cioè il blocco dei profitti russi, si fanno sempre più rumorose”. Kiesewetter ha continuato: “Temo che il Cancelliere federale non voglia che l’Ucraina vinca questa guerra. Vince nel senso che le truppe russe vengono cacciate dal Paese”.

Reazioni dalla Germania: Merz va a Olaf Scholz

Aggiornamento dal 22 maggio alle 19:58: del CDU-Il presidente Friedrich Merz ha denunciato ancora una volta il corso del governo federale nel fornire armi all’Ucraina per scongiurare l’attacco russo. “La Repubblica federale di Germania non ha consegnato armi pesanti fino ad oggi”, ha affermato Merz in un’intervista trasmessa domenica sera al programma ZDF “Berlin direct”. Altri hanno fatto di più per molto tempo. “Se tutti si comportassero come la Repubblica federale di Germania, l’esercito russo avrebbe preso Kiev molto tempo fa”.

READ
Bamberga: il sovraffollamento del centro di ancoraggio "non rimane senza conseguenze"

L’opposizione ei rappresentanti dell’Ucraina hanno ripetutamente accusato il governo tedesco di essere riluttante a consegnare armi pesanti. L’ex segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen ha chiesto la leadership tedesca nel fine settimana. Cancelliere Olaf Scholz aveva più volte respinto le accuse di esitazione, fatto riferimento al sostegno fornito finora e nel contempo respinto “l’azione affrettata”.

“Il calcolo di Putin”: l’ex ambasciatore tedesco dichiara “nuova guerra ibrida” della Russia contro l’Europa

Erstmeldung dal 22 maggio 2022:

Berlino – L’ambasciatore tedesco di lunga data in Russia, Rüdiger von Fritsch, accusa Mosca di utilizzare la crisi globale degli approvvigionamenti causata dalla guerra in Ucraina e la conseguente minaccia dei movimenti di profughi come mezzo di guerra. “Wladimir Putin sta specificamente cercando di creare crisi della fame in Medio Oriente e Nord Africa”, ha affermato von Fritsch a Berlino Specchio giornaliero sul capo di stato russo. Ecco perché la Russia sta impedendo all’Ucraina di esportare grano e persino bombardando i silos di grano.

Guerra in Ucraina: l’ex ambasciatore tedesco spiega i calcoli della Russia

“Il calcolo di Putin è che dopo il crollo delle scorte di grano, le persone affamate fuggiranno da queste regioni e cercheranno di raggiungere l’Europa, come hanno fatto allora i milioni di siriani fuggiti dagli orrori della guerra”, ha detto von Fritsch, che ha informato Putin di aver incontrato di persona diversi volte in passato. “Con nuovi flussi di rifugiati, vuole destabilizzare l’Europa e aumentare la pressione politica in modo che i paesi occidentali rinuncino alla loro dura posizione contro la Russia”.

Riunione dei Capi di Stato e di Governo della CSTO
Vladimir Putin, presidente della Russia, partecipa a una riunione dei leader dell’Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva (CSTO) al Cremlino. © Aleksandr Nemenov

Questo è “una nuova guerra ibrida“, ha criticato il diplomatico, che presto pubblicherà il libro “Le svolte: la guerra di Putin e le conseguenze”.

READ
"Siamo un Paese in declino"

Ex ambasciatore tedesco in guerra in Ucraina: “Putin ha ribaltato la scacchiera”

Von Fritsch non crede in una rapida fine della guerra. Con l’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, Putin “ha capovolto la scacchiera” e “ha interrotto bruscamente il riuscito tentativo di creare insieme sicurezza in Europa”.

La sconfitta in Ucraina è fuori questione per Putin, poiché ora sta combattendo per il proprio potere in Russia, ha detto il…

Source link