Ecco com’era stravagante il suo matrimonio con Travis Barker

La prima foto che mostra la sorella di Kim Kardashian condivisioni è quella che la mostra con un abito da sposa bianco. Un velo sovradimensionato copre la 43enne che bacia il marito appena sposato. Nella gallery di questo post potete vedere altre foto dell’abito mentre la coppia sta davanti all’altare. “Per sempre felici e contenti”, cioè “per sempre felici e contenti”, scrive delle impressioni da favola.

Il ricevimento di nozze è stato celebrato al Castello Brown, un castello del XVI secolo, secondo People. C’erano anche i figli che gli sposini hanno da precedenti relazioni. I figli di Kourtney, Mason, Penelope e Reign, provengono dalla sua relazione con Scott Disick. Barker è il padre del diciottenne Landon e di due anni più giovane di lui, Alabama, che ha avuto con la sua ex moglie Shanna Moakler. È anche il patrigno di Atiana.

I fan sono felicissimi delle foto del matrimonio

Ci sono altre foto di Kourtney, della sua rock star e dei festeggiamenti in un secondo post. Infine vediamo l’abito “Dolce & Gabbana” dal davanti. Ed è evidente: il vestito è più un mini abito e mostra molte gambe. Travis Barker, invece, indossa uno smoking nero semplice ma chic mentre si prepara ad aprire una bottiglia di champagne. Sì, si trova ancora davanti all’altare opulento.

“Presentazione del signor e della signora Barker”, ovvero qualcosa del tipo “Posso presentare il signor e la signora Barker”, scrive in questo secondo post. Nel giro di poche ore, è già stato taggato con un cuore di Instagram oltre tre milioni di volte.

Nei commenti, amici e fan si congratulano con la coppia. L’attrice Michelle Pfeiffer, ad esempio, invia tre emoji a cuore rosso. “Non ho mai visto questa donna così felice”, dice un seguace. Un altro è d’accordo: “La vera cosa più bella in un uomo è la dimensione del sorriso che la donna porta al suo fianco”. Da questi trattini che la sposa condivide qui, Travis è già un grande!

READ
Regina Elisabetta II († 96): I bizzarri dettagli del suo funerale

Source link