Modello di stagionalità: assistenti di volo Lufthansa: “Siamo esauriti”

Alcuni membri dell’equipaggio di cabina di Lufthansa lavorano molto di più in estate. Si lamentano del fatto che con questo modello occupazionale non possono più guadagnarsi da vivere con il loro lavoro presso la compagnia aerea.

Protesta alla Lufthansa: alcuni dei dipendenti in cabina accusano la direzione del gruppo che il lavoro presso la più grande compagnia aerea tedesca consente loro di vivere solo al limite del livello di sussistenza. Hanno manifestato a Francoforte lunedì scorso (16 maggio) e hanno espresso le loro opinioni in una lettera aperta.

Si tratta di circa 2700 dipendenti che sono impiegati nel cosiddetto modello SMK. La sigla sta per cabina modello stagionalità. Si tratta di posizioni part-time a tempo indeterminato con un volume di lavoro dell’83 percento durante l’anno. Tuttavia, questi assistenti di volo lavorano di più in estate e meno in inverno, dando a Lufthansa l’opportunità di rispondere agli alti e bassi stagionali.

“Siamo esauriti”

Nella pandemia della corona, Lufthansa e il sindacato Ufo hanno concordato che i 18.600 dipendenti nella cabina avrebbero rinunciato a circa il 7% del loro stipendio. Il datore di lavoro non licenzia nessuno per questo. Questo vale fino alla fine del 2023. “Questi risparmi salariali e l’aumento dell’inflazione hanno esacerbato le difficoltà finanziarie per il nostro gruppo SMK”, afferma la lettera aperta. Lavorare in Lufthansa non basta più. “Ora i secondi lavori sono diventati una necessità per tutti noi”.

Da un lato, i manifestanti chiedono un aiuto rapido: “Siamo esauriti e ora abbiamo bisogno di sostegno”, scrivono. “Abbiamo bisogno di un miglioramento finanziario per poter in qualche modo guadagnarci da vivere”. Dall’altro, vogliono che venga creato e attuato l’accesso al normale contratto collettivo.

READ
Dax recupera dopo essere sceso sotto i 12.000 punti e chiude in nero

Alternativa al modello SMK

Una portavoce di Lufthansa spiega: “Siamo in trattative concrete con il nostro partner tariffario”. Pertanto, al momento non è possibile commentare in modo più dettagliato. Stefan Schwerthelm del consiglio di amministrazione del sindacato di cabina Ufo conferma: “Stiamo attualmente negoziando con Lufthansa quali misure possiamo adottare per reagire all’aumento dell’inflazione e all’imminente estate frenetica”. Una soluzione dovrebbe essere disponibile entro la fine del mese. Ciò si applicherà collettivamente a tutti i dipendenti in cabina.

Successivamente, Ufo vuole negoziare come i 2.700 dipendenti SMK possano accedere al contratto collettivo. “Va ricordato che Lufthansa, come qualsiasi altra compagnia aerea, deve reagire alla stagionalità”, afferma Schwerthelm. Una possibilità alternativa sarebbe, ad esempio, un sistema volontario con incentivi. “Allora non ci sarebbero più contratti SMK e il datore di lavoro chiederebbe ogni anno chi vorrebbe lavorare per più soldi in estate”. Ci sarebbero sempre abbastanza persone per quello.

Source link